Facebook Chatbot: perché utilizzarli in azienda

Sempre più consumatori utilizzano Facebook Messenger per entrare in contatto con le aziende e fare domande, dare la loro opinione o esporre reclami. Ecco quindi come fare brand awareness grazie a questo strumento sia oggi un’opportunità sorprendente, anche se gestire manualmente centinaia di messaggi può essere difficile e noioso. Una buona notizia: da aprile 2016 Facebook ha aperto la famosa piattaforma di messaggistica ai chatbot di terze parti, permettendo alle aziende di utilizzare l’intelligenza artificiale a loro vantaggio. Qualche numero? Continua a leggere

Social media e budget: quanto bisogna investire per avere successo

Oggi essere presenti su Facebook con i soli post organici è un’attività che non riscuote più alcun risultato o permette di avere ritorni solo scarsi. Investire sui social media richiede che le aziende spostino sempre più del budget di marketing su questa attività, importante, essenziale e se gestita con competenza sicuramente redditizia.

Se per una pagina locale possono bastare 2 euro al giorno per ottenere sempre la massima copertura, qualora si voglia coinvolgere un pubblico potenziale di centinaia di migliaia o milioni di persone la cifra sale fino a raggiungere i 10 euro giornalieri, che sono comunque pochi se pensiamo al costo della stessa attività pubblicitaria su Google Adwords. Naturalmente il budget va investito in campagne studiate in diretto contatto con l’ufficio marketing o il responsabile della comunicazione interno all’azienda.

Post Sponsorizzati: più efficaci della campagna ad hoc

Dall’analisi delle attività effettuate sui miei clienti posso notare come il post sponsorizzato ottenga oggi una visibilità e un numero di interazioni maggiori rispetto alla tradizionale campagna creata ad hoc, forse perché presentato in modo meno invasivo degli ADS classici.

A mio consiglio la strategia migliore prevede la creazione e pubblicazione continua di uno o due post sponsorizzati che coprono i prodotti e i servizi che si vogliono spingere sui social media magari in concomitanza con contemporanee promozioni e campagne offline. Oltre a questo sarebbe bene affiancare una campagna di branding per mantenere sempre visibile il nome dell’azienda e coinvolgere persone sempre nuove, invitandole a interagire con il contenuto sponsorizzato e condividerlo agli amici.

Campagne Facebook Ads: non solo B2C (Business to Consumer)

Se pensare che Facebook e più in generale I social media siano fatti prevalentemente per aziende e professionisti che operano nel B2C allora vi state sbagliando, perchè anche un’impresa edile o un rivenditore possono ottenere importanti risultati dai social media in termini di visibilità e maggiore conoscenza del brand a livello locale o nazionale.

E tu hai deciso di investire sui social media per questo 2017? Il mio consiglio, prima di aprire la pagina o il profilo su Facebook, Linkedin, Google+, Twitter o Pinterest è quello di avere bene in mente chi è il destinatario dei post e cosa si vuole comunicare, quanto si vuole investire e i ritorni attesi.

 

Autorevolezza del sito web: come raggiungerla

Strategie per rendere il proprio sito autorevole online

Tanti sono gli elementi che oggi contribuiscono al successo di un progetto online, sia che si tratti del blog personale, del sito aziendale o dell’ecommerce. Tra questi ricordiamo l’ottimizzazione SEO, il contributo dei social media ma spesso scordiamo quegli elementi che permettono di lavorare sull’autorevolezza del sito web, quel rapporto che si crea al primo impatto e che si basa su molti elementi che il webmaster non considera. Continua a leggere