Instagram Stories: 8 modi per ottimizzarle

Anche quest’anno decine di aziende hanno cominciato a utilizzare le Instagram Stories che sono una delle più interessati opportunità nell’ambito del social media marketing e la prima forma di social sharing.

Ci sono infatti diverse modalità per presentare il tuo brand usando questo strumento che è accattivante dal punto di vista estetico e dona personalità al messaggio. Vediamo quindi come ottimizzare la strategia di social media marketing utilizzando le Instagram Stories. Continua a leggere

Web Marketing su Twitter: come conquistare nuovi clienti

Con l’annucio del passaggio da 140 a 280 caratteri colgo l’occasione per parlare di come fare marketing su Twitter e sfruttare la potenza di questo social network per la propria attività di comunicazione online, trovando nuovi clienti.

Con Twitter si possono condividere mini contenuti per aumentare le visite al blog, creare contenuti visual, avviare discussioni, rispondere alle domande dei follower e tra poco avrai anche maggiore spazio per farlo.

Fare web marketing su Twitter richiede però molto di più che lasciare dei tweet sulla piattaforma e come per tutte le altre attività di social media marketing è necessario un piano editoriale ben definito. Oltre a seguire regole ben precise. Vediamone alcune. Continua a leggere

Inserzioni su Facebook: la carta vincente in un progetto di social media marketing.

Perché usare le inserzioni su Facebook

Hai da poco aperto la tua pagina Facebook aziendale o vuoi far conoscere un prodotto e servizio che hai appena lanciato sul mercato? Le inserzioni su Facebook rappresentano la carta vincente se fatte nel modo giusto, tanto è che esistono professionisti che si specializzano esclusivamente su questo argomento del web marketing. Continua a leggere

Sei una PMI? Ecco come ottenere visibilità su Linkedin

Molte PMI che ho incontrato non sfruttano e non sanno promuoversi su Linkedin e lo ritengono utile solo a visualizzare le loro informazioni di contatto. Probabilmente hanno aperto un account aziendale perché ce l’hanno tutti, dopodiché non sanno che farsene perché mancano i contenuti e il tempo per mantenerlo attivo. Eppure Linkedin offre un’opportunità incredibile di generare visibilità anche gratuita. Vediamo come:

  1. Ottenere il massimo dalla descrizione dell’azienda

La tua pagina Linkedin è la prima cosa che il potenziale cliente vede e deve distinguersi dalle altre. Devi essere sicuro al 100% che i valori e la mission aziendali siano chiari a tutti e utilizzare per descriverli le keyword e le query con cui vuoi comparire sui motori di ricerca, in modo da facilitare l’accesso alla tua scheda aziendale.

  1. Personalizzare l’indirizzo del profilo Linkedin

Un indirizzo che contiene lettere, numeri e simboli senza senso ha uno scarso appeal, perché non personalizzarlo magari con la mission dell’azienda in modo da migliorare la vostra visibilità sui motori di ricerca? Ecco un esempio. http://www.linkedin.com/danceacademy.

  1. Pubblicare aggiornamenti costanti nel tempo

E’ fondamentale aggiornare costantemente lo status con informazioni nuove, utili e rilevanti per i follower. Cercate di aggiungere video il più spesso possibile così come articoli di settore e altri aggiornamenti essenziali. Attraverso gli status state cercando di coinvolgere il potenziale cliente con l’azienda per trasformarlo in cliente effettivo e in questo vi è di aiuto la forza del content marketing.

  1. Coinvolgere anche i dipendenti

Un altro errore che fanno spesso le aziende con cui vengo in contatto è quello di non coinvolgere attivamente i dipendenti nell’aggiornamento e condivisione dei contenuti della pagina aziendale. Una volta postato l’aggiornamento invitate i dipendenti a condividerlo: sarà un modo per renderli ambassador dell’azienda e incrementare la viralità del post (per quanto non mi stancherò mai di ricordare che oggi solo pagando i social media si ottiene visiblità)

  1. Essere presenti nei gruppi

Ancora prima di aprire la vostra pagina aziendale fate una ricerca dei gruppi per voi rilevanti e cominciate a condividere informazioni in modo da far circolare il vostro nome e farvi entrare in contatto con i potenziali clienti. Rispondendo alle domande e contribuendo alle discussioni vi posizionerete facilmente come esperti nel settore. Solo a questo punto potete pensare di aprire un vostro gruppo personale.

  1. Condividere le recensioni positive

Se la vostra azienda riceve recensioni e commenti positivi sui prodotti e servizi offerti, ecco è l’ora di condividerli su Linkedin. Le persone, specie se siete una PMI sconosciuta ai più, crederanno maggiormente alla recensione che alle vostre parole.

Se volete altri suggerimenti o consigli contattatemi!

Read the English translation. Continua a leggere