Cosa scrivere sul blog? Qualche consiglio per trovare contenuti sempre nuovi

Il problema di tutti: cosa scrivere sul blog

Quando incontro un nuovo cliente dopo aver analizzato la presenza sul web e sui social media ci si scontra quasi sempre su un problema legato alla realizzazione dell’attività di content marketing: cosa scrivere sul blog. Oggi ho quindi deciso di darvi qualche consiglio utile a non rimanere  a corto di idee e a posizionarvi sempre meglio sui motori di ricerca. Continua a leggere

Scrivere per il web: come organizzare il testo online

Se oggi vi chiedessi di realizzare un testo per un ipotetico blog o sito Web di massimo 2500 caratteri in un’ora e mezza cosa fareste? Questo è quello che faccio io ogni giorno, tutti i giorni e sono sicura che come me all’inzio della mia attività nel web marketing avreste la sindrome da foglio bianco o quella da flusso di coscienza. Entrambi approcci sbagliati all’arte di scrivere per il web. Continua a leggere

Come scrivere un contenuto di successo: alcuni consigli per tutti

Probabilmente penserete che ogni azienda vuole creare un grande contenuto, un contenuto in grado di stupire ma vi sbagliate: per loro è sufficiente creare molti contenuti.

“I concorrenti hanno un blog, dobbiamo farlo anche noi”.

“Nel 2016 dobbiamo puntare sul content marketing e aggiornare ogni giorno il nostro blog”

Eppure la mia esperienza dimostra come la qualità sia da ricercare più della quantità dei post e che un blog deve nascere da una strategia studiata a tavolino. Senza dimenticare che un contenuto di qualità si posiziona meglio sui motori di ricerca, permette di attirare traffico di qualità sul sito, genera contatti, genera vendite, fidelizza il cliente e molto altro ancora…

Ma come si scrive un contenuto di successo? Ecco alcuni consigli per tutti. Continua a leggere

5 consigli SEO adatti a tutti, anche a chi non è un tecnico

In più articoli di questo blog ho parlato di SEO (Local SEO, SEO Copywriting, ecc.) ma quello che mancava fino ad oggi erano delle linee guida adatte ai principianti – aziende e professionisti – che si avvicinano a questa materia. La regola generale da seguire è quella “1 pagina 1 keyword” sul modello di quanto ci obbliga a fare Yoast su WordPress.

Ma oggi voglio darvi altri 5 consigli gratuiti adatti davvero a tutti per conseguire rapidi miglioramenti nel posizionamento del vostro sito online.

  1. Inserisci nei title delle pagine l’area territoriale in cui vuoi posizionarti: solo a questo punto crea la pagina contatti con il tuo indirizzo fisico e la tua scheda su Google.
  2. Crea link interni al tuo sito: collega le varie pagine dei tuo sito in una sorta di viaggio che esplora tutti gli argomenti e i prodotti/servizi che maggiormente interessano ai tuoi potenziali visitatori/clienti.
  3. Inserisci il sito nelle directory locali: a parte il classico Dmoz a livello nazionale, ne esistono a centinaia a livello locale che raggruppano aziende e siti per tipologia di business.
  4. Fai Link Building: cerca in Internet i siti più popolari che trattano dell’argomento del tuo sito, contengono keywords interessanti per te o operano nella tua area geografica e fai in modo da attuare uno scambio di link. Aumenterai importanza e popolarità del tuo sito.
  5. Scrivi articoli per magazine online locali, partecipa ai forum e intervieni sui social network: comincerai a farti conoscere come esperto del settore e potrai inserire il link della tua attività.

Come vedi la maggior parte del lavoro comprende attività di Digital PR e SEO Copywriting piuttosto che i classici interventi sulla struttura del sito, peraltro non meno importanti.

Se pensi di non saper scrivere in modo da piacere a Google (oltre che ai visitatori del tuo sito) oppure non sai quali contenuti pubblicare contattami, studieremo assieme il piano editoriale più adatto a te e alla tua azienda.

Read the English translation here. Continua a leggere

Consigli per il business blogging: da dove cominciare

Le persone amano le persone.Le persone acquistano dalle persone. Le persone amano storie che le ispirino, foto di gatti e consigli da chi ha provato un prodotto. Un blog è il modo di mostrare la propria personalità in rete, quando non hai altro modo di raggiungere i tuoi clienti a parte il tuo sito web. Quindi diamo un’occhiata all’importanza del blogging, ai suoi benefici per l’azienda e per la sua community e allo stesso tempo osserviamo cosa fare e cosa non fare e i problemi che potresti trovarti ad affrontare… il tutto prima di cominciare!

Cos’è il blog e perché dovresti averlo?

In primo luogo bloggare è davvero divertente, è la tua piattaforma per produrre contenuti di qualità che le persone gradiranno e condivideranno e se lo farai bene avrai modo di aiutare altre persone.

Se la tua azienda non opera in un settore creativo o divertente, questa è l’occasione giusta per mostrare un lato coinvolgente e spiritoso, un lato che le persone potrebbero non associare istantaneamente con la tua azienda: mostrarlo potrebbe differenziarti rispetto ai competitor. Se invece sei alla guida di un’azienda creativa apri il tuo mondo ai consumatori: mostra cosa ti ispira, cosa ti ha fatto raggiungere i tuoi risultati e così potresti ispirare una nuova generazione di imprenditori.

Un blog è la destinazione perfetta per ogni contenuto condiviso sui social media: 140 caratteri non sono molti se hai tanto da raccontare così se linki a un post più lungo hai la possibilità di essere più eloquente e allo stesso modo far partecipare la community attraverso i commenti. Inoltre hai l’opportunità di posizionarti come esperto del settore e diventare una voce autorevole che offre aiuto e ispirazione. Più costruirai la tua reputazione online, più la tua azienda ne beneficierà. Se puoi aiutare le persone offri loro consigli pratici o qualcosa di interessante e divertente da leggere: otterrai molto di più per la reputazione della tua azienda che offrire flyers e mettere ads ovunque su Internet.

E’ molto bello dire che postare foto di gatti o scrivere delle tue icone di stile è divertente, ma non ha un effetto pratico. Un blog può fare meraviglie per la tua azienda, specialmente oggi: le persone vogliono contenuti da leggere, vogliono conoscere da chi stanno acquistando e che l’azienda non sia priva di personalità.

Perché bloggare fa bene alla tua azienda?

Un post ben scritto e un blog ben curato mostra ai tuoi clienti che la tua azienda è affidabile: che tu sei una persona concreta e reale, con solide competenze, una storia reale, reali opinion e perchè no anche animali reali. Tu non ti stai nascondendo dietro un customer service e facendo promesse vuote attraverso il sito web. Più i tuoi clienti si fideranno di quello che dici, più la loro fiducia in quello che la tua azienda offre diventerà autentica.

Il blogging ti offre l’opportunità di costruire diversi tipi di relazione con i tuoi clienti. Essi vedranno i tuoi progressi, dall’inizio in una camera da letto fino all’apertura della prima azienda e allo stesso tempo tu potrai ascoltare quello che hanno da dirti. Sarai in grado di interagire con il cliente in un modo nuovo e completo: conversare, avere il loro feedback e quindi costruire una community intorno alla tua azienda.

Vuoi conoscere nel dettaglio i reali benefici del blogging? Per prima cosa è una strategia di marketing testata che porta risultati. I blog sono un buon modo per creare buzz attorno a ciò che sei, così come una piattaforma per i tuoi comunicati stampa: è la tua opportunità per avere un asolida presenza in rete, attrarre l’attenzione sulle brillanti attività che stai portando avanti. Tu puoi avere un blog gratuitamente, ti costerà solo in termini di tempo ma di sicuro è molto più economico di molte altre iniziative di marketing. Non solo, un blog attirerà traffico verso il tuo sito web e sarai in grado di raggiungere un numero più vasto di nuove persone, dai clienti esistenti ai prospect senza dimenticare i possibili dipendenti, chi lavora nei media e possibili partner. Può inoltre rappresentare un buon modo per rafforzare il brand e i suoi valori in modo da dimostrare concretamente cosa intendi, anziché semplicemente raccontarlo alle persone.

Bloggare è fantastico, ma ci sono alcune cose da fare e non fare prima che cominci:

Fare…

  1. Usa il tuo tono di voce ma assicurati che sia in linea con quello del brand
  2. Sii aperto e sincere – mostra la tua personalità
  3. Crea contenuti originali
  4. Varia ciò che posti: passa dai video alle immagini ai testi
  5. Conversa: tu vuoi parlare con i clienti, non a loro!
  6. Diffondi il tuo blog: linkalo sui social network e assicuragli un posto visibile nel tuo sito web
  7. Stai coinvolto con la tua blogging community: commenta i post degli altri, trova persone simili a te, invita le persone a scrivere per te
  8. Aggiornalo regolarmente: fai un piano e rispettalo
  9. Linka ad altri siti utili: diventa una risorsa utile per il tuo lettore
  10. Diventa una fonte di aiuto: offri informazioni e consigli pratici
  11. Scrivi per altri blog e chiedi alle persone di altri blog di scrivere per te: diffondi la tua authorship e authority.
  12. Abbi una molteplicità di autori: chiedi al tuo direttore, al sales manager, al sales assistant e permetti al lettore di entrare in contatto con tutta l’azienda!

Non fare…

  1. Promuovere costantemente la tua azienda! Non è quest oil modo è i tuoi clienti scapperanno facilmente
  2. Assumere un copywriter che non capisce il tuo tono di voce e stile e a cui non importa della tua azienda
  3. Pubblicare contenuti apparsi su altri siti
  4. Scrivere male: se non sei per natura uno scrittore esistono centinaia di siti che possono aiutarti
  5. Dimenticarti della tua audience e dei tuoi clienti: non stai scrivendo per te stesso, pensa a ciò che interessa alle persone
  6. Perdere la direzione e il focus – è bene avere una varietà di post ma il lettore deve sapere cosa aspettarsi. Scegli un argomento e scrivi di quello!
  7. Dimenticarti dello stile e del design: cerca di creare il tuo tema invece di affidarti a quello più comune. Fa in modo che sembri tuo e fai sì che rispetti quello del tuo sito web
  8. Solo pubblicare: è importante rileggere, editare, sperimentare!
  9. Insultare persone e aziende: stai attento! Non solo non è professionale ma è anche illegare, se non sei sicuro di qualcosa non pubblicarla.
  10. Alienare te stesso: a meno che la tua azienda non sia attiva in campo politico o religioso stai alla larga da questi ed altri argomenti controversi.

Read the English translation here Continua a leggere