Come creare Pin che portano risultati concreti

Anche se non è molto considerato dai social media manager in Italia, le aziende possono ottenere risultati sorprendenti da questo social media soprattutto se si sanno creare Pin coinvolgenti, condivisi dagli utenti e che incentivano i click sui link. Ecco alcuni consigli per fare web marketing su Pinterest e inserire davvero questo strumento nella strategia della tua azienda in questo 2019.

Perché Pinterest è diverso dalle altre piattaforme social

Possiamo dire brevemente che Pinterest, a differenza di Facebook, Twitter & Co. È una piattaforma basata sul salvataggio dei contenuti piuttosto che sulla loro condivisione e viene utilizzato principalmente per trovare idee, prodotti e altro da archiviare online per un utilizzo personale.

Questo significa, però, che Pinterest ha un elevato potenziale per stimolare le vendite in azienda, basta analizzare questi dati:

  • Il 60% degli utenti prende una decisione d’acquisto cercando su Pinterest, contro il 48% dei motori di ricerca e il 35% degli altri social media;
  • Il 72% degli utenti afferma che Pinterest spinge all’acquisto anche involontario
  • Il 70% degli utenti trova nuovi prodotti su Pinterest

Rinunciare a questo strumento significa perdere importanti opportunità di generare vendite tramite il web marketing.

Leggi anche: Fare web marketing con Pinterest: come trarre profitto da questo social

Cosa si può fare grazie ai Pin

Un altro grave errore di molti marketer è quello di credere che Pinterest sia una sorta di Instagram, dato che entrambi si focalizzano sui contenuti visuali. In realtà l’immagine dei Pin serve a trasmettere idee e presentare prodotti e ha sempre un obiettivo secondario: far cliccare l’utente e rimandarlo al sito web aziendale.

Ecco perché ogni singolo Pin deve trasmettere valore, se si vuole che l’utente clicchi sul link o salvi il Pin sulla sua bacheca.

Sicuramente il Pin deve acquisire la dovuta visibilità e deve essere perfettamente visibile da mobile, risaltando nel flusso di contenuti sempre nuovi. Come fare?

Pinterest: l’importanza di focalizzarsi sul visual

Saper creare un’immagine o un video che fermino l’utente e lo catturino mentre scrolla il feed di Pinterest è l’obiettivo dei social media manager esperti. Ecco alcune best practices per la creazione di contenuti su Pinterest:

  • Aggiungere del testo in overlay, che spieghi il valore del prodotto
  • Testare stili diversi, immagini multiple, video e Pin singoli;
  • Essere concreti mostrando il contesto d’uso
  • Aggiungi il tuo logo a ogni Pin per incrementare la brand awareness

L’importanza di una descrizione ottimizzata

Se il visual ha l’obiettivo principale di attirare l’attenzione, la descrizione deve permettere all’utente di trovare il contenuto su Pinterest, cliccare sul link di approfondimento e salvarlo nella sua bacheca. Ecco quindi che la descrizione ideale è:

  • Ottimizzata lato SEO: è fondamentale usare le keyword per apparire nei risultati di ricerca, evitando il keyword stuffing;
  • Di facile comprensione e lettura per tutti: deve essere breve, mostrare i vantaggi del servizio o prodotto offerto ed essere al 100% originale

Creare contenuti che gli utenti vogliono vedere

Infine, l’ultimo segreto per avere successo su Pinterest è creare contenuti di valore, che rispondono alle esigenze degli utenti che su Pinterest sono interessati soprattutto alle idee. Ad esempio attraverso belle foto di matrimonio è possibile attirare l’attenzione di chi cerca un fotografo per il suo matrimonio, proponendo una sorta di portfolio virtuale che alterna pubblicità e consigli utili.

Leggi anche: Pinterest: 5 consigli per la tua Startup e PMI

Conclusioni

Abbiamo quindi visto come Pinterest sia davvero differente dalle altre piattaforme social, ma proprio per questo offre a ogni azienda opportunità di marketing diverse e, grazie ai consigli di questo post, realizzerai dei Pin che creano coinvolgimento, visite sul tuo sito web e vendite.

 

Pinterest: 5 consigli per la tua PMI e Startup.

Ha più di 60 milioni di utenti attivi eppure molte aziende in Italia lo ignorano: preferiscono utilizzare solo Facebook e Twitter perché poco o per nulla consapevoli delle potenzialità di questo strumento. Eppure Pinterest è creato per le aziende che vendono online, permettendo di pubblicare immagini dei prodotti con cartellino del prezzo incluso. Pensa che il 69% degli utenti ha trovato su Pinterest un prodotto che voleva comprare…

Ecco quindi 5 consigli per promuovere la tua PMI o Startup su Pinterest.

  1. Crea un account Pinterest per Business, in modo da avere un profilo più professionale e credibile e da aver accesso alle funzioni di vendita online.
  1. Usa gli strumenti per analizzare e pianificare la pubblicazione dei Pin come Piqora e per coinvolgere gli utenti, come TailWind.
  1. Controlla regolarmente le tue statistiche su Pinterest: puoi utilizzare gli strumenti ufficiali di analisi per controllare visite, condivisioni e altro migliorando le tue bacheche e proponendo i pin più rilevanti per il tuo pubblico di destinazione.
  1. Usa i concorsi: se vuoi ottenere più “Mi Piace” e seguaci considera l’idea di organizzare un concorso utilizzando applicazioni come Woobox e Votigo.
  1. Crea delle infografiche: sono il contenuto più condiviso online, soprattutto se educativo e originale e sono uno strumento da utilizzare soprattutto su Pinterest, il regno della comunicazione visiva, Non sei un grafico? Utilizza strumenti online come ly e infogr.am.

L’idea ti piace ma non hai tempo per gestire la tua comunicazione su Pinterest? Sei alla ricerca di nuove idee? Contattami per una prima consulenza gratuita!

 

 

Indecisi tra Facebook e Linkedin? Ecco come promuoversi su Pinterest

Avete deciso di avviare un’attività sui social media? Siete indecisi tra Facebook, Twitter e Linkedin? In questo articolo vi propongo alcuni consigli per promuovere la vostra attività su Pinterest. L’obiettivo? Maggiori visite sul vostro sito web e quindi un incremento delle vendite.

Partiamo con un’informazione poco nota ai non addetti ai lavori: su Pinterest è possibile pubblicare anche video.

Poi, come su Facebook e Twitter se trovate un contenuto che vi piace potete cliccare su Mi Piace e condividerlo con Repin. Continua a leggere