Vuoi aumentare gli iscritti alla newsletter? Muoviti anche offline!

Hai deciso il nome e i contenuti della newsletter e impostato la campagna di email marketing eppure sei insoddisfatto: il numero degli iscritti è ancora troppo basso. Se ti limiti solo a promuovere il tuo prodotto o servizio sei davvero antiquato e non ti resta che constatare un continuo calo degli iscritti: oggi online si cercano relazioni, emozioni, coinvolgimento nella vita dell’azienda. Se riesci a trasmettere questi elementi attraverso il tuo sito web sei a buon punto nell’accrescere il tuo database. Continua a leggere

Stai facendo veramente Email Marketing?

Ti hanno detto di puntare sul social media marketing, di creare un post davvero virale e di investire in SEO per migliorare la visibilità sui motori di ricerca. Ma molti ancora dimenticano uno strumento chiave: l’email marketing. Che porterà la tua azienda a creare un rapporto intimo e confidenziale con un lettore che ha consapevolmente scelto di leggerti e che lo farà con piacere, lontano dalla frenesia dei social media.

Molte aziende hanno incrementato le vendite proprio grazie all’email marketing, strumento decisamente meno costoso e impegnativo delle campagne Pay per Click. Utile però solo se usato bene…

Ecco quindi alcuni consigli.

Profilare il target: proprio come fa Amazon che personalizza il messaggio in base ai gusti, alle necessità e ai desideri degli utenti. Inviando tante (davvero tante) email che rispondono alle esigenze del singolo e si collegano ai suoi acquisti proponendo offerte speciali dedicate.

Contestualizzare e rendere coinvolgete la grafica: se hai una call to action coinvolgente e una grafica accattivante pochi rifiuteranno di rispondere a un questionario o aderire alla tua offerta. E a proposito di call to action rendila specifica (prova, scarica, leggi). Infine crea un messaggio brandizzato con il logo e i colori della tua azienda o attività.

L’importanza del mobile: ormai la email è letta principalmente da mobile e l’Italia è al terzo posto nella classifica europea per diffusione dei tablet. Quindi la tua strategia di email marketing deve essere ottimizzata per mobile, dall’oggetto della email al pre-header. Ma non basta: devi fare attenzione ai sistemi operativi, al pesi e dimensioni delle immagini, alla visualizzazione orizzontale e verticale.

E tu hai già pensato alla strategia di email marketing per questo 2016 ? Sei pronto ad offrire qualcosa di veramente utile ai tuoi utenti e incrementare le vendite grazie all’email marketing?

Se la risposta è affermativa, ma credi di aver bisogno dell’aiuto di un consulente contattami, sarò felice di aiutarti.

Read the English translation here.

Continua a leggere

Email: 3 consigli per utilizzarla al meglio nella tua attività di marketing

Data per morta già nel 2009, oggi l’email è uno degli strumenti più utilizzati anche se le nuove regole antispam e il sovraccarico delle caselle di posta rappresentano gli ostacoli principali nel catturare l’attenzione dei potenziali clienti.

Io consiglio sempre di inviare email solo a chi ha deciso di riceverle compiendo una determinata azione sul tuo sito, come l’iscrizione a una newsletter. L’obiettivo è infatti creare un rapporto di lunga durata con contatti già acquisiti per spingerli, più o meno velocemente, all’acquisto.

Dopo questa breve premessa ecco 3 consigli per impostare una strategia di email marketing di successo.

  1. Utilizza il formato adatto: uno dei più diffusi è la newsletter, ma esistono anche le email dedicate a un articolo specifico o a un’offerta speciale.
  2. Scegli i tempi di invio: basati sulle esigenze dei tuoi contatti, il mio consiglio anche per quanto riguarda la frequenza di invio è sperimentare e testare finchè non si trova la giusta strategia.
  3. Permetti agli utenti di cancellarsi: non solo è un obbligo di legge ma è anche necessaria a evitare commenti negativi da parte di utenti che non sono più interessati alle tue comunicazioni. In questo modo inoltre non correrai il rischio di essere segnalato come spam.

Ricorda, è sempre meglio concentrarsi su contatti realmente utili ed interessati, che possono essere accompagnati durante il processo di informazione e acquisto del tuo prodotto e servizio.

Naturalmente esistono molti altri aspetti da tenere in considerazione, come la scelta del software, dell’oggetto della mail e del contenuto. Se pensi sia giunto per te il momento di avviare una campagna di email marketing, ma non sai da dove cominciare contattami e sarò felice di rispondere alle tue domande.

Read the English translation here. Continua a leggere

Raddoppia le tue vendite con l’email marketing

Ha un ROI pari al 53% (dato 2014) e rimane strumento strategico di marketing non solo nelle grandi aziende ma anche in PMI e Startup. Aumentano anche i tassi di apertura di email e le conversioni, segno che questo strumento, dato più volte per morto è ben lontano dal vedere la sua fine. Aumentare le vendite, ottenere nuovi clienti, rafforzare la relazione con i clienti esistenti, incrementare il traffico sul sito… sono solo alcuni degli obiettivi che si possono raggiungere con una strategia di email marketing mirata.

Ecco quindi alcuni consigli per creare l’email di successo.

Usare titoli brevi che vanno dritti al punto: il soggetto della mail deve contenere tra le 6 e le 10 parole ma titoli brevissimi (28 – 39 caratteri) portano ai tassi d’apertura maggiori. Questo è ancora più importante se si considera la lettura da mobile e il poco spazio di visualizzazione a disposizione.

Evita di usare le spam word nel soggetto della tua mail: un esempio? Offerta, gratis, sconto. Evita anche i caratteri speciali come punti esclamativi e la ripetizione delle parole. Dai invece la preferenza a parole come vantaggio, beneficio che sottolineano quello che il potenziale cliente potrà ottenere.

Ecco due esempi di soggetti a basso tasso di apertura:

Ultimi giorni: sconto extra del 15%

10 idee regalo sotto i 15 euro

Altri consigli?

  1. Usa l’HTML per i pulsanti della call to action e dimentica le immagini, raramente visualizzate e bloccate dai filtri antispam.
  2. Scegli bene il testo del tuo pulsante: “Risolvi il tuo problema” ha un tasso di apertura del 77% superiore a “Scopri di più”. La stessa cosa con “Comincia” rispetto a “Guarda come funziona”.
  3. Rendi difficile dire di no a un’offerta speciale, un contenuto interessante, un premio immediato. Scopri cosa si aspetta il tuo cliente e offri questo.

La domanda che tutti si pongono è poi quando e quanto postare. Testa, testa e testa dimenticando i weekend e il venerdì pomeriggio. E per quanto riguarda la frequenza? Io consiglio una mail alla settimana ricca di contenuti aggiornati e novità dall’azienda.

Infine crea email ottimizzate per la lettura da mobile: le persone tra i 35 e i 44 anni e gli utenti con più di 55 anni passano 3,5 ore al giorno guardando smartphone e tablet.

Ultimissimo consiglio: integra la tua campagna di email marketing con i social media e offri contenuti gratuiti. Riuscirai a creare un messaggio davvero virale sul web!

Read the English translation here. Continua a leggere