Copywriting e Content Marketing: cosa sono è perché sono importanti

Copywriting e Content Marketing permettono di ottenere visibilità online per un progetto, servizio e prodotto soprattutto se i contenuti sono ottimizzati per la SEO. Si tratta di attività chiave per la comunicazione del brand online e per differenziare il proprio sito da quello della concorrenza.

Pensa che ogni ora sul web nascono ben 33 mila siti e la vera sfida è rendersi riconoscibili e posizionarsi sulla SERP grazie alle tecniche SEO, ma anche ai giusti contenuti visivi e testuali.

Una definizione dei termini

Con copywriting si intende la scrittura di testi persuasivi e pubblicitari che devono attrarre e catturare l’attenzione del pubblico per portare alla vendita di prodotti e servizi. Per questo oltre alla conoscenza del marketing è importante la creatività e una ottima capacità linguistica e di comunicazione.

Quando ci si occupa di creare siti capaci di posizionarsi sui motori di ricerca si parla di SEO Copywriting, che lavora per soddisfare un determinato search intent e generare lead. Infine, sempre più apprezzato è il content marketing che punta a generare contenuti di valore e informativi e che si struttura come un piano strategico per arrivare alla vendita o alla conversione o, ancora, per fidelizzare i clienti.

Copywriting e content marketing sono strumenti diversi a disposizione di imprenditori e aziende e si collegano alla necessità di una strategia omnicomprensiva capace di portare vantaggi al brand. Da un lato il copywriting comprende la comunicazione pubblicitaria e di vendita, dall’altro il content marketing punta alla relazione con i clienti e allo sviluppo di interesse per un dato prodotto o servizio.

Infine c’è lo storytelling in cui le tecniche di narrazione permettono di creare brand engagement e stimolare e coinvolgere il lettore. In ogni caso Content is The King anche e soprattutto sul web e l’importanza dei contenuti non verrà meno neanche in questo 2022 che sta per cominciare.


Gestione eCommerce: 3 errori da non commettere

Per portare un eCommerce al successo è importante ridurre gli errori di gestione e creazione dell’ecommerce. Commettere gli errori che ti indico in questo post significa perdere un’importante fetta di clienti e naturalmente questo non è l’obiettivo che l’imprenditore vuole raggiungere.

Vediamo i tre errori che fanno fallire il progetto di ecommerce e perché è importante evitarli.

1. Non conoscere il pubblico di destinazione

Per vendere prodotti e servizi è importante conoscere il pubblico a cui ci si rivolge e ignorare il target dell’eCommerce è pericoloso per ogni brand. Non si possono mettere online prodotti e servizi senza sapere chi sono le buyer personas di riferimento e se qualcuno sarà interessato a comprarli.

2. Non fare le giuste ricerche di mercato

Oltre all’individuazione del target è importante fare le giuste ricerche di mercato per conoscere la concorrenza, studiare i comportamenti degli utenti e vedere come si comportano altri brand del settore.

Studiare attentamente mercato e concorrenza significa distinguersi e offrire al cliente un servizio diverso dagli altri e migliore.

3. Non usare le “prove sociali”

Una prova sociale è uno strumento importante per aumentare le possibilità di acquisire nuovi clienti e mantenere elevati i profitti. Le persone, prima di acquistare online, vogliono essere certe di scegliere un prodotto o servizio che non deluda le aspettative.

Per questo è importante ottenere recensioni dai clienti e raccoglierle in una sezione dedicata nell’ecommerce. Mostrare i commenti dei clienti è una prova sociale che aumenta le possibilità di convertire i lead e trasformarli in clienti.

Non prestare attenzione a questi elementi significa diminuire le probabilità di successo dell’eCommerce e per questo il consiglio è affidare lo studio dell’architettura e del design del sito a veri professionisti del settore. Contattami per maggiori informazioni!