Social selling: i 3 errori principali che possono far fallire la tua strategia

Perché fare social selling? Secondo un report Forrester le tradizionali tecniche di vendita non funzionano più, dato che i consumatori sono desensibilizzati e non rispondono ad email o numeri di telefono di chi non conoscono. Eppure i venditori moderni sanno creare il 45% di opportunità in più di coloro che non usano i social media.

Proprio i social media sono oggi il marketplace globale in cui si muovono ogni giorno milioni di persone, da coinvolgere nelle attività aziendali e portare all’acquisto con il social selling. Attenzione, però, a non focalizzarsi troppo sulla parola selling e troppo poco sull’engagement.

Un altro fattore di insuccesso è prestare troppo poca attenzione alle necessità dei loro pubblici di riferimento ed approcciarsi ai social media senza una strategia ben studiata e basata su dati statistici.

Cosa è il social selling

All’inizio con il termine social selling si intendeva l’utilizzo dei social media nella creazione dei processi di vendita ed era focalizzato in particolare sulla parte di vendita, con l’applicazione delle tecniche del passato alle nuove piattaforme digitali.

Eppure ogni commerciale sa che la costruzione di relazioni solide è il segreto del successo, offline come online e chi ha adottato questo approccio continua a trovare clienti anche sui social media. Vediamo allora i tre errori chiave che, forse, anche la tua azienda commette nell’approcciarsi al social selling.

Gli errori da evitare nel fare social selling

  1. Considerare i social media come un canale promozionale

Usare i social media solo per pubblicare post promozionali non sempre è la strategia di social selling più efficace ed intelligente, anzi. Se non pubblichi nient’altro che materiale promozionale, il rischio di annoiare il proprio network è alto: sui social media devi essere capace di pubblicare post capaci di coinvolgere nel lungo periodo l’utente e creare conversazioni.

Il mio consiglio è quello di pensare ai social media come ad un evento virtuale in cui entrare in relazione e conversare con migliaia di persone con gli stessi interessi.

  1. Chiedere qualcosa prima di aver creato una relazione di fiducia

Ovunque, oggi, si parla della perdita di fiducia nel mondo degli affari e, prima di chiedere al potenziale cliente di acquistare un prodotto, scaricare un’app o iscriversi ad un evento è importante stabilire una relazione di fiducia. Fare richieste prima di aver creato fiducia significa vanificare ogni sforzo di vendita, anche nel lungo periodo.

Il mio consiglio è scoprire le esigenze del cliente per poi offrire una risposta concreta e coinvolgerlo in una conversazione che vuole prima creare fiducia, poi vendere. A metà di questo processo puoi offrire materiale utile ad approfondire la conoscenza con il brand.

  1. Non cercare sufficientemente i contatti

Una solida ricerca di prospect fa la differenza fra chi riuscirà a fare social selling sui social media e chi no e nell’era del digitale non ci sono scuse per non trovare sempre nuovi clienti.

Considera che i social media offrono dati avanzati su chi visita la pagina e interagisce con i post organici e le campagne a pagamento, per cui il mio consiglio è creare l’immagine più completa possibile dei decision maker, dei prospect, del mercato e dei competitor oltre che del settore in generale. Online avrete a disposizione numerose informazioni personali e professionali, da utilizzare nelle campagne di marketing.

In particolare è importante scoprire cosa motiva i tuoi fan, cosa è importante per loro e cosa cercano, per poter personalizzare il messaggio da inviare.

Conclusioni

Se anche tu stai commettendo questi errori non preoccuparti non è mai troppo tardi per cambiare approccio e implementare una strategia di social selling efficace, capace di portare un numero crescente di persone a provare il tuo prodotto o servizio.

Non dimenticarti di coltivare nel tempo la relazione e preoccuparti sempre di offrire soluzioni concrete ai tuoi clienti. Buon lavoro!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.