Perché il web marketing per il B2B è difficile su Facebook?

Facebook è il social network più utilizzato in Italia grazie a chat, gruppi, video, sondaggi con cui coinvolgere amici, familiari e potenziali clienti nel caso delle pagine aziendali. Proprio per questo suo carattere le aziende del B2C usano molto i Facebook Ads, strumento ancora di difficile utilizzo per chi opera nel B2B. In questo secondo caso vincono Linkedin e Google Adwords.

Ma perché il web marketing per il B2B è difficile su Facebook?

La maggiore difficoltà per chi opera nel B2B è arrivare a parlare direttamente all’imprenditore attraverso Facebook, in quanto ogni azienda ha al suo interno degli addetti che si occupano della comunicazione sui social media ma poco interessati a ricercare e acquistare nuovi prodotti e servizi.

L’ideale è che la nostra campagna su Facebook Ads raggiunga chi si occupa di risorse umane e potrebbe essere interessato al nostro corso e il CEO che alla fine ci firmerà l’assegno, bypassando gli addetti marketing e comunicazione che presiedono lo strumento.

Ecco perché molte aziende del B2B si orientano verso Linkedin eppure concorderete con me che è maggiore il tempo che passate su Facebook. Questo è il motivo per cui anche alle aziende del B2B non posso non consigliare i Facebook Ads per aumentare la visibilità del prodotto e le vendite attraverso l’iscrizione a una newsletter, l’aumento di traffico al sito, il download di ebook e guide.

Le fasi della realizzazione di una campagna su Facebook Ads

  1. Il budget: generalmente il B2B richiede investimenti maggiori per via della concorrenza ma il mio consiglio è partire con 10 euro al giorno, testare i risultati e arrivare almeno a 30 euro al giorno. Se vi sembra tanto pensate ai potenziali clienti che potete raggiungere rispetto alla comunicazione tradizionale o alla fiera di settore.
  2. La durata: per esperienza personale è meglio creare tante campagne e lasciarle attive per pochi giorni in quanto il ciclo di vita di una campagna Facebook è basso e in breve tempo aumenteranno i costi e diminuiranno le conversioni.
  3. Il messaggio: scrivete semplicemente cosa volete vendere, considerato che state parlando ad un’azienda. Oppure cerca di rispondere a un bisogno immediato, ad esempio: “Vuoi aumentare le vendite?”, “Hai bisogno di un sito web?”
  4. Il contenuto gratuito: offri materiale gratuito per spingere l’iscrizione alla newsletter o demo se realizzi software. Se invece sei un consulente puoi offrire la prima ora gratuita ai tuoi clienti
  5. Il target: il semplice promuovi post non è la strada più efficace e professionale per realizzare una valida campagna di web marketing su Facebook in quanto è essenziale selezionare il target a cui ci si rivolge.

Concludendo, sento molti imprenditori dire che hanno investito in Facebook Ads senza ottenere i risultati sperati, ma spesso basta ottimizzare budget, target e messaggio per creare campagne davvero efficaci.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...