2016: 3 elementi per definire la strategia di web marketing

All’inizio di ogni anno ogni azienda anche la più piccola Startup o PMI analizza la strategia di web marketing dell’anno precedente e i risultati ottenuti realizzando il marketing plan per il nuovo anno.

Ecco dunque 3 elementi da tenere in considerazione prima di avviare la strategia di web marketing per il 2016.

  1. Attratte dal basso investimento richiesto, PMI e Startup stanno adottando sempre più spesso strategie di web marketing al posto della tradizionale attività di marketing su carta stampata, radio e televisione. Eppure il mio consiglio è di integrare il marketing tradizionale con le novità offerte dal digital marketing, collegando gli strumenti con hashtag (ad esempio).
  2. Se tutte le aziende si stanno rivolgendo al web marketing bisogna aspettarsi un incremento della competizione e quindi dell’investimento necessario (in tempo e pubblicità) per comparire ai primi posti nei motori di ricerca. Il bravo consulente web marketing riuscirà a ottimizzare investimento e risultati. Ad esempio: volete essere davvero primi su Google o “vi basta” ottenere maggiori contatti e clienti, magari posizionandovi “solo” sulla terza pagina di Google.
  3. Lavorare sul web richiede velocità: la vostra azienda è pronta a collaborare e comunicare in tempo reale con il consulente web marketing (che può essere anche molto distante dalla sede aziendale)? L’ufficio marketing è sufficientemente agile per prendere decisioni nel giro di un paio d’ore qualora vi sia la possibilità di sfruttare un trend di ricerca, un evento particolare per aumentare la visibilità su Google?

Prima ancora di cercare online il consulente web marketing al quale affidarvi considerate questi 3 elementi.

Read the English translation here. Continua a leggere